Visualizzazioni totali

domenica 22 febbraio 2015

Ditalini piccanti con fagioli borlotti e salame

Buona domenica a tutti, la ricetta che vi propongo oggi vede come  protagonisti alcuni prodotti  di La Fiammante, spero stuzzichi il vostro palato ^_^

Ingredienti per 4 persone:

300 g di ditalini;
150 g di fagioli borlotti (io La Fiammante);
100 g di salame piccante;
1 cipolla;
3-4 cucchiaio di olio extravergine d'oliva;
1 cucchiaino di rosmarino tritato;
1 dl di vino rosso;
pomodoro pelato, giusto per dare un po' colore;
2 cucchiai di formaggio grana grattugiato;
sale e pepe quanto basta.

Procedimento:

Spellate i salame e tritatelo grossolanamente. Sbucciate la cipolla e tritatela finemente.
In una padella capiente versate l'olio e il trito di cipolla, aggiungete un po' di acqua calda e fate appassire per pochi minuti.
Unite il salame, mezzo cucchiaino di rosmarino tritato, aggiungere il vino e lasciatelo evaporare.
Aggiungere il pomodoro pelato; regolate di sale e lasciate cuocere il sugo a fiamma bassa per una ventina di minuti.
Unite al sugo i fagioli borlotti e continuate la cottura per altri 10 minuti,bagnando, se necessario, con qualche cucchiaio di acqua.
Cuocete la pasta in acqua salata, scolatela al dente e mettetela nella padella del sugo; conditela con 2-3 cucchiai di olio e il rimanente rosmarino tritato e fatela insaporire. Spolverizzate con grana, abbondante manciata di pepe e servite.

Buon Appetito ^_^
Si ringrazia La Fiammante per aver accettato di essere ospite del mio blog.

lunedì 16 febbraio 2015

Nel cuore della natura nasce: Rigoni di Asiago

La Rigoni di Asiago  è un gruppo italiano attivo nel settore alimentare conosciuta per la produzione di miele e confetture con sede ad Asiago.
I prodotti proposti dall'azienda sono esclusivamente di agricoltura biologica, prodotti di alta qualità che hanno conquistato i primi posti nei dati di vendita nazionali. 
La storia di Rigoni di Asiago ha inizio negli anni '20, quando, nonna Elisa, pensa di trasformare la sua passione come apicoltrice in un vero e proprio lavoro.
Ad oggi i nipoti Andrea, Antonio, Luigi e Mario, portano avanti l'attività di famiglia con passione ed amore, ma soprattutto, rispettando i valori lasciati in eredità dalla nonna... il rispetto per la natura!


Possiamo trovare:

DolceDì (dolcificante biologico)

Fiordifrutta (marmellate biologiche)
Tantifrutti (nettare di Mirtillo Nero Selvatico)

Nocciolata (crema di cacao e nocciole biologiche)


Qualcuno di voi ha avuto modo di assaggiare queste prelibatezze?
In quale occasioni? Quali ricette avete realizzato?
Aspetto i vostri numerosi commenti. Un bacio e a presto.

mercoledì 11 febbraio 2015

Gnocchi alle olive verdi

Buongiorno a tutti, la ricetta di oggi ha come protagoniste le olive verdi denocciolate, se la troverete interessante, prendete carta e penna, segnate ingredienti e procedimento.
Ingredienti per 4 persone:
800 g di patate a pasta bianca;
80 g di olive verdi denocciolate (Io Zuccato);
200 g di farina bianca;
mezza cipolla bionda;
10 g di burro;
1 bustina di zafferano;
1 dl di brodo vegetale;
1 dl di panna fresca;
sale q.b.
Procedimento:
Lavate le patate, immergetele in acqua fredda e cuocete per circa 30 minuti dal momento dell'ebollizione.
Scolatele, pelatele, passatele allo schiacciapatate e disponetele sulla spianatoria.
Aggiungete 50 g di olive verdi denocciolate tritate grossolanamente, un pizzico di sale e la farina.

Impastate rapidamente gli ingredienti, prendete 1 quarto dell'impasto alla volta, formate un rotolino largo un dito e dividetelo a pezzetti, ottenendo gnocchi di forma regolare.

Soffriggete la cipolla affettata in una padella antiaderente con burro e un pizzico di sale, per circa 5 minuti.
Unite lo zafferano, il brodo bollente e la panna e fate cuocere per altri 2 minuti.
Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli quando vengono a galla e metteteli nella padella con il sugo; unite le olive verdi denocciolate rimaste tagliate a filetti, fate insaporire per qualche istante ed impiattate. Buon appetito.

Ringrazio l'azienda Zuccato per la gentile collaborazione, per preparare questo piatto o altri vi consiglio le loro olive verdi denocciolate hanno un gusto unico.